Dinner in the dark a Milano versione autunnale

22 Nov

Autore: Fulvio Scian

Metti che ti invitano ad un picnic chic al buio e metti che ti intrighi infinitamente. Metti che decidi di partecipare. Considera che devi portare tutto da casa, che non hai l’auto per spostarti, che sai con chi vai ma non sai chi troverai lì… Non resta che inventarti qualcosa di semplice da preparare, facile da mangiare e comodo da trasportare.

In definitiva è stato molto più facile del previsto, nonostante l’euforia e l’eccitazione che, nel frattempo, si era creata sul web. Sì, perché tutto è stato organizzato grazie al tam tam sui social network, da un’idea della gallerista Rossana Ciocca. Poche istruzioni, chiare e semplici: vestiti di nero, tavola in bianco, luce di candele e l’impegno di pulire lo spazio prima di andar via. La location, comunicata last minute, incuriosisce. Ci ritroviamo a cena, con tanto di tavolino e sedie fai da te, nel ventre di Milano, in un mezzanino della metro Porta Venezia, tra sconosciuti.

Ci sono andato con un amico e il fatto di essere precari ci ha aiutato ad organizzarci con molta lucidità, sfruttando quanto avevamo in casa, acquistando meno fronzoli possibili. Tovaglia color crema, piatti piani neri e piatti fondi bianchi, bicchieri da acqua e da vino in vetro bianco, bottiglia di vino scura e d’acqua trasparente, tovagliolo nero e posate d’acciaio. Due bicchieri trasparenti da acqua sono diventati dei portacandele per le candele basse, mentre quattro bicchierini da liquore si sono trasformati in bugie per le candele alte.

La nostra Dinner in the dark ha visto un menù pensato, ovviamente, per l’asporto e per due persone.

Antipasto

Polenta taragna mignon ai sapori d’autunno, preparata in cocotte monoporzioni di ceramica e arricchita con gorgonzola piccante e funghi, accompagnata da una tartina con speck affumicato su pane integrale alle noci. Il pane è stato fatto in casa con 200 gr. di farina bianca, 150 gr. di farina integrale, 200 gr. d’acqua, una bustina di lievito secco, un cucchiaino di zucchero e un una presa di sale. Lievitato e cotto in uno stampo da plumcake.

Primo

Fusilli di farro, funghi e noci. Ho cotto la pasta al dente, mentre i funghi, sbollentati in precedenza, saltavano in padella con aglio e sale. Ho sfumato mezzo bicchiere di grappa e poi agiunto con una macinata di pepe e del prezzemolo fresco. Una volta pronta la pasta, l’ho amalgamata al condimento con un po’ di acqua di cottura. I funghi utilizzati sono stati colti in Friuli, scottati velocemente e surgelati. L’impiattamento è stato fatto al momento, adagiando sul piatto due fette di speck trasversalmente e versando sopra una porzione di pasta, così da creare una sorta di fagotto.

Secondo

Spezzatino di pollo al profumo di grappa con funghi su letto di polenta.  Il petto di pollo è arrivato direttamente dal cortile friulano, tagliato a tocchi grossolani e saltato in padella con un cucchiaio di olio. Sfumato anche questo con mezzo bicchiere di grappa e successivamente, aggiunti i funghi, si è completata la cottura. Salando in ultimo. Ad accompagnare il pollo, anche una polenta gialla molto morbida, servita da base.

Dessert

Caffè con panna e biscotti secchi.

Terminata la preparazione casalinga, ho confezionato tutto in contenitori ermetici. Una volta arrivati nel luogo predestinato, non resta che dedicarsi, in alternanza, alla mise en place e alla degustazione della cena. Qualche tocco finale e siccome non vogliamo farci mancare nulla, abbiamo anche il caffè, che dire… benedetta sia una caraffa termica, arrivata intatta probabilmente dagli anni sessanta: caffè caldo, anzi, fumante e presentabilità della caraffa in tavola.

E per completare, è arrivata anche la panna montata (grazie ai vicini di tavolo!) e della pasticceria secca (acquistata, per essere sinceri!). Intanto, mentre il flashmob volge al termine, da lontano arriva la musica di una milonga e le ombre di ballerini che danzano tra i tavoli ormai sparecchiati e pronti ad essere richiusi, sugellando una serata singolare, in un luogo insolito.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: