Manuale di cucina sentimentale. Un libro non solo per foodie

2 Set

Prima delle vacanze estive ci siamo lasciati con un bel libro. Siccome questa estate ho cucinato poco, mangiato tanto e letto abbastanza, ci ritroviamo ancora una volta con una lettura per foodie (ma non solo).

copertina_Manuale di cucina Sentimentale_Liverani

Manuale di cucina sentimentale è il romanzo di Martina Liverani uscito all’inizio dell’estate. Martina è una giornalista-blogger che scrive di donne e di food con la giusta dose di ironia. Quella stessa ironia che si ritrova anche in questo libro, a partire dalla quarta di copertina: “Gli uomini passano, le amiche restano, i peperoni ritornano”.

Questo è soprattutto un libro sull’amicizia tra donne. Tre protagoniste: Tessa, foodblogger e avvocato pentito; Agata, giornalista di moda ossessionata dalle diete e Cecilia, fanatica del mondo bio e del chilometro zero.

Tre Eat Girls che decidono di incontrarsi ogni venerdì sera, a tavola, davanti ad un buon piatto e a una bottiglia di vino, suggerita dall’enotecario Eugenio “lo Shazam dei vini” (definizione grandiosa!). Chiacchierano di amore, sesso, dipendenza dai social network, capi insopportabili e lavoro precario, tra riferimenti cinematografici (da Harry, ti presento Sally a Dirty Dancing, passando per serie tv come Sex and the City) e ironia.

Una scena del film "Harry, ti presento Sally"

Una scena del film “Harry, ti presento Sally”

“Tre persone non potevano essere più diverse a tavola: Cecilia era una millefoglie di tofu marinato con crema di radice di prezzemolo e paté di pomodori biologici. Agata un hamburger dietetico di fassona piemontese, con maionese light e patatine fritte, Tessa una carbonara incerta, con la pancetta al posto del guanciale, abusi di panna, perennemente indecisa tra il pepe sì o il pepe no, e se uovo intero o solo tuorlo. Nonostante tutto erano amiche…”.

Con chi identificarsi? Questa è la domanda che ci si pone immediatamente. Difficile rispondere, io mi sento un mix di tutte e tre. Ma soprattutto mi sento una parmigiana di melanzane (alla napoletana, of course!), succosa e a volte pungente (dipende dalla qualità delle melanzane e dai giusti accorgimenti nella preparazione), un piatto unico, perché non ne basta solo un pezzetto…

Leggetelo e troverete un po’ di voi, come scrive l’autrice qui. Ci sono davvero tutti: la Foodblogger Qualunque, la Regina del cibo consolatorio, la Bio Donna, il Nerd della cucina, l’Hypster, il Fidanzato sbagliato…

P.S.:  A proposito, la ricetta della parmigiana di melanzane è già pronta nelle bozze!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: