Dalla Sicilia all’India, passando per Bergamo

28 Nov

Cosa succede se la Sicilia e l’India si incontrano a tavola? Al ristorante Monnalisa di Bergamo, la signora Teresa Merlo, siciliana e grande estimatrice delle materie prime della sua regione di origine, ancora oggi, dopo anni, ritorna nell’isola dove è nata e seleziona direttamente i prodotti da utilizzare nel ristorante che gestisce insieme a marito e figlie, a due passi dalla città alta.

L'insegna del ristorante MonnaLisa

L’insegna del ristorante MonnaLisa

Inoltre, grazie al marito angloindiano, Teresa ha portato nella cucina del MonnaLisa i profumi di spezie lontane e i sapori conosciuti attraverso i racconti e le abitudini dei nuovi parenti. Ed è così che la cultura siciliana si integra con quella indiana, le ricette della tradizione si arricchiscono di aromi nuovi, per dar vita ad una inconsueta esperienza di gusto.

Più o meno con frequenza mensile, al MonnaLisa viene proposto un inedito menu fusion indo-siciliano. Da questo menu a tema, ho assaggiato una gustosa crema di sedano al profumo di anice con fagioli “badda” del Parco Naturale delle Madonie e gamberi rossi di Mazara del Vallo, appena scottati e insaporiti con del curry.

Monnalisa_1

Per la prima volta nella mia vita ho mangiato l’okra (poi ho scoperto che si può trovare, talvolta, anche in alcuni supermercati), una verdura tipica indiana, dal basso contenuto calorico e ricca di vitamine e acido folico. L’okra è stata utilizzata per accompagnare i cavatelli, tipica pasta fresca siciliana, preparata con un impasto di semola, curry e curcuma. Il piatto, molto equilibrato, è stato completato con cubetti di pesce spada e pan grattato tostato.

Poi è arrivato il baccalà cotto al forno con yogurt, peperoncini verdi indiani, saporiti ma non particolarmente piccati, coriandolo fresco e semi di senape, con contorno di zucchine gratinate, ripiene di spuma di patate al lime e menta.

monnalisa_2

Il dolce, invece, è uno strepitoso latte in piedi alle mandorle d’Avola e cardamomo, mentre la focaccia allo zafferano con pomodorini pachino secchi e semi di cumino ha deliziato tutte le portate, sviluppando una certa dipendenza…

Con la signora Merlo e le sue figlie, il MonnaLisa è diretto da Salvo Zingales Botta, sempre pronto a consigliare e ascoltare i clienti. In abbinamento alle portate, Salvo ha suggerito due vini siciliani Igt: Inzolia e Syrah. Menzione speciale per il distillato alla cannella proveniente da un piccolo produttore di Augusta. Non ne conoscevo l’esistenza, ma da ora non ne posso fare più a meno.

Lo staff del Ristorante MonnaLisa

Lo staff del Ristorante MonnaLisa

In cucina ci sono due cuochi emergenti, Luca Mascheretti e Andrea Darilli, che amano esplorare con estro le nuove frontiere del gusto, convinti, come tutto lo staff del MonnaLisa, che la cucina sia un viaggio senza confini.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: