E se arrivasse uno charcutier direttamente a casa vostra…

30 Dic

Voglio raccontarvi belle iniziative che accadono nella mia città (Napoli, per chi ancora non lo sapesse). Dopo aver parlato del progetto Cortese Way, questa volta vi racconto di Salvatore Cautero e della sua bottega Caseari Cautero.

Di chi, con passione e competenza, lavora ogni giorno in una città difficile e nella sua boutique del gusto, dal 1997, seleziona bontà provenienti da tutta la Campania e da altre regioni d’Italia, con qualche incursione anche in Europa. Ma la sua è una tradizione di famiglia, che nasce all’inizio del secolo scorso e prosegue ancora oggi, con l’importazione e la lavorazione del baccalà dal Nord Europa.

Salvatore Cautero nella sua bottega

Salvatore Cautero nella sua bottega

Con competenza riesce a consigliare sempre il meglio, anche attraverso i social network (è molto attivo su facebook), come è accaduto con me. Insomma, è uno charcutier 2.0! Da lui ho scoperto quanto è buono lo yogurt di Latte Nobile dell’Appennino Campano (presidio Slow food) e sempre da lui ho ritrovato il sapore del fior di latte di un tempo, quello lavorato con il latte delle mucche agerolesi del caseificio I Cinque di Vico Equense. Nella bottega di famiglia si trovano delle vere chicche, come il conciato romano di Manuel Lombardi o il pecorino di Carmasciano di D’Apolito, i formaggi Luigi Guffanti e gli insaccati di altissima qualità della Masseria Valenzio di Calitri. Da provare il pregiato salamino di Nero Casertano.

Un angolo di Caseari Cautero in Piazzetta Pontecorvo a Napoli

Un angolo di Caseari Cautero in Piazzetta Pontecorvo a Napoli

In questo periodo  – racconta Salvatore – vanno per la maggiore i formaggi di Guffanti, caprini freschi, stagionati in foglie e le tome. I miei clienti gradiscono molto lo jamon ibérico de bellota Emiliano Garcia. Tra i vini campani sono apprezzati quelli di Cantine Russo, di Taurasi, azienda a conduzione familiare che produce circa 30mila/40mila bottiglie l’anno, di grande pregio. Invece, la novità del momento è la Manzetta Prussiana di Jolanda de Colò“. La ricerca di Salvatore è costante e porta sempre nuovi frutti. Credo proprio che si sia posto una missione, quella di “educare”  il gusto dei suoi clienti e mi sa che ci sta riuscendo bene!

L'interno della bottega Caseari Cautero

L’interno della bottega Caseari Cautero

La marcia in più,  Salvatore è riuscita a darla negli ultimi tempi, con il format Charcutier a casa tua.  Arriva a domicilio con le sue prelibatezze e delizia gli ospiti raccontando il prodotto, accompagnato da un sommelier dell’Ais Napoli, che alle bontà gastronomiche selezionate da Cautero, propone gli abbinamenti con il vino (tra gli scaffali della bottega non mancano bottiglie di pregio e alcune etichette di birre artigianali).

L'esterno di Caseari Cautero, illuminata a festa durante ilperiodo natalizio.

L’esterno di Caseari Cautero, illuminato a festa durante ilperiodo natalizio

La trovo una bella alternativa ad una serata a cena fuori con gli amici e anche un’originale idea regalo, non solo durante le feste natalizie. Non mi stupirei se la bottega Cautero diventasse una tappa fissa anche per i turisti foodie a caccia di souvenir golosi.

* Le foto che accompagnano questo post sono tratte dal profilo Facabook di Salvatore Cautero.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: