Ein Prosit: tra bontà e convivialità

27 Ott

Quest’anno sono stata alla sedicesima edizione di Ein Prosit, la manifestazione dedicata all’enogastronomia, che si è svolta a metà ottobre in Friuli-Venezia Giulia, tra Tarvisio e Malborghetto. Grazie all’invito di KitchenAid, il main sponsor dell’evento, ho avuto la possibilità di godere di un week end di degustazioni, laboratori e incontri con chef stellati e produttori di eccellenze. Un’esperienza che richiama molti appassionati, curiosi e addetti ai lavori, non solo italiani, ma anche dalle vicine Austria e Slovenia.

Ein Prosit si è svolta tra Tarvisio e Malborghetto (Ud)

Ein Prosit si è svolta tra Tarvisio e Malborghetto (Ud)

Il primo incontro è stato con Corrado Assenza, per una colazione speciale preparata dal maestro pasticciere del Caffè Sicilia di Noto, che ha portano in Friuli i sapori e i profumi della sua terra. La mandorla, gli agrumi, il miele (Mielarò) aromatizzato al cappero, si sono fusi, scomposti e sprigionati nelle deliziose crostatine di frolla a basso contenuto di grassi e nelle creme e marmellate preparate dal “filosofo” della pasticceria dolce e salata. Assenza si conferma un anfitrione del gusto “democratico”, perpetuato nel tempo, per donare emozioni a tutti.

Corrado Assenza con la giornalista Eleonora Cozzella) "racconta" la sua pasticceria

Corrado Assenza (con la giornalista Eleonora Cozzella) “racconta” la sua pasticceria

I fratelli Costardi, Christian e Manuel (chef dell’Hotel Cinzia di Vercelli) presentati dal patron della manifestazione, Enzo Vizzari, hanno condotto i presenti in un viaggio culinario attraverso il loro territorio e la sua evoluzione. Nella cucina KitchenAid, il laboratorio ha avuto come tema le passioni: le verdure dell’orto, il mare “in burrasca” e il riso, un carnaroli con i sapori e i colori dell’autunno, “coccolato” come una creatura. I Costardi Bros. amano giocare e lo dimostrano con il dolce realizzato da Manuel. Un gioco molto ben riuscito, quello del pacchero di Gragnano, trasformato in un croccante cannolo ripieno di profumata crema alla ricotta. Un omaggio alla pasta, che non è prevista nel menu del loro ristornate.

I fratelli Costardi, l'orto, il riso e il cannolo

I fratelli Costardi, l’orto, il riso e il cannolo

La Slovenia è a due passi, e la chef  Ana Roš, del ristorante Hiša Franko, è arrivata a Ein Prosit per interpretare la magia e i sapori dei boschi. Materie prime semplici, in un percorso che segue un filo conduttore: dalla terra alle nuvole. Molto emozionante la cena in alta quota, nel rifugio Alpino del Monte Lussari, a quasi 2000 m. s.l.m. La serata è iniziata con un suggestivo aperitivo sulla cabinovia che porta in cima, durato 12 minuti, il tempo necessario per raggiungere il ristorante dell’Hotel Rododendro, dove si è svolta la cena “slovena”.

La chef slovena Ana Roš e i piatti realizzati nella cucina KitchenAid: sashimi di cuore di cervo e orzo con trombette dei morti

La chef slovena Ana Roš e i piatti realizzati nella cucina KitchenAid: sashimi di cuore di cervo e orzo con trombette dei morti

Fare una selezione dei laboratori dei sapori e delle degustazioni guidate da seguire a Ein Prosit, è stato davvero difficile. Tra una degustazione di Franciacorta condotta con originalità da Luca Gardini, miglior sommelier del mondo (2010) e un incontro sul gelato con Simone Bonini di Gelato Carapina, che ha presentato un toast a base di gelato all’emmental, pancetta e pane tostato, ho partecipato a uno degli Itinerari del gusto (quello dedicato ad Andrea Canton), in cui grandi chef, ospiti dei ristoranti locali, hanno ideato piatti in abbinamento agli eccellenti vini del Friuli-Venezia Giulia.

I piatti realizzati dallo chef (stella Michelin) Andrea Canton, del ristorante La Primula di San Quirino (Pn), con lo chef Diego Bellotto dell'Edelhof di Tarvisio

I piatti realizzati dallo chef (stella Michelin) Andrea Canton, del ristorante La Primula di San Quirino (Pn), con lo chef Diego Bellotto dell’Edelhof di Tarvisio

La mia visita si è conclusa con un breve giro tra gli stand dei produttori, dove ho visto dei bellissimi fagioli di montagna dalle sfumature viola e i fiori di aglio della Val Resia, intrappolati in un barattolo di vetro, pronti per arricchire insalate e antipasti.

I fagioli di montagna della val Resia

I fagioli di montagna della Val Resia

Ein Prosit si è rivelata un’esperienza interessante e ricca di spunti. Il prossimo anno approfitterò della grande ospitalità friulana per partecipare a Welcome home, le cene tenute in case tipiche tarvisiane e preparate, nelle cucine casalinghe, da grandi chef. L’atmosfera conviviale è davvero uno dei punti di forza di questa manifestazione.

In attesa della prossima edizione, su Twitter, Instagram e Facebook cercate gli hashtag #95stelleKitchenAid e #EinProsit14, ne vedrete delle belle!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: